I TRE CAMERATI

Splendido e straziante, questo romanzo mi ha travolta e scossa, costringendomi a riflettere su tanti aspetti della vita e dalla storia su cui non avevo forse, fino ad ora, meditato a fondo.
Che generazione travagliata è stata quella nata in Germania agli sgoccioli del 1800, costretta a vivere o a combattere la prima guerra mondiale, barcamenarsi alienata nel successivo dopoguerra tra privazioni e umiliazioni, per finire poi nelle fauci del nazismo.
E’ in questo contesto che vivono precariamente i tre camerati, galantuomini sopravvissuti agli orrori della prima guerra mondiale, dediti ai motori e all’alcool.
Vivono in una Germania sconquassata dalla grave crisi economica, attorniati da un’umanità disperata e splendidamente descritta: attempate prostitute afflitte dalle vene varicose, mariti depressi e abbandonati da mogli insoddisfatte, padrone di case impiccione.
I tre camerati sono uniti però da un forte legame, che le traversie della guerra hanno reso inscindibile. Otto, Gottfried e Robbie sono sempre pronti a tutto per aiutarsi e supportarsi l’uno l’altro. Quello che rende questo libro indimenticabile è la relazione tra Robbie e Pat, che si insinua perfettamente nelle trame del romanzo, arricchendolo ma restando una storia tra le storie.
Consiglio vivamente la lettura dei “ Tre Camerati” proprio per questo, per come sa raccontare l’amore disperato tra due perdenti, attorniati da personaggi straordinari e ugualmente vinti.
Imperdibile, nel mio personale gotha dei libri.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)

Lascia un commento

Please type the characters of this captcha image in the input box

Please type the characters of this captcha image in the input box


© 2019. Bookclub Neripozza. All rights reserved. web agency web agency urbangap