Neri Pozza [0]

Elenco delle collane Neri Pozza

cerca un libro

newsletter

Iscrivetevi alla nostra newsletter, sarete sempre aggiornati su tutte le nostre iniziative e pubblicazioni.




 Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

Scheda libro

collana: I Narratori delle Tavole

ritorna

I custodi del libro

Autore: Geraldine Brooks
Titolo: I custodi del libro

collana: I Narratori delle Tavole

ISBN 978-88-545-0252-9
Pagine 416
Euro 18,00

È la primavera del 1996 a Sarajevo e Hanna Heath, trentenne restauratrice australiana di manoscritti e libri antichi, è appena giunta nella capitale bosniaca devastata da cinque anni di guerra civile e ancora sotto il fuoco dei cecchini.
Alle due del mattino di qualche giorno prima, Hanna ha ricevuto da Gerusalemme una telefonata da un insigne studioso di antichi manoscritti ebraici. Con voce eccitata, l’israeliano le ha comunicato che durante il pranzo di Pesach, la Pasqua ebraica, il capo della comunità giudaica di Sarajevo, con un teatrale colpo di scena, ha tirato fuori la Haggadah venuta alla luce nel 1984 nella capitale bosniaca, il celebre libro di preghiere che si pensava ridotto in cenere sotto i bombardamenti del ’92.
Hanna ha sussultato alla notizia. Conosce bene la Haggadah di Sarajevo: un manoscritto ebraico prodotto in Spagna in età medievale e ricco di variopinte miniature, inusuali in un’epoca in cui la fede giudaica condannava ogni genere di illustrazione; un’opera così preziosa e fondamentale nella storia dell’ebraismo e dell’umanità che quando, negli anni Quaranta, i nazisti e i famigerati reparti della Mano Nera cercarono di impadronirsene, il bibliotecario musulmano del Museo di Sarajevo la pose in salvo.
E ora, stando a quanto le ha riferito l’israeliano, il libro è stato nuovamente sottratto alla furia distruttrice e alla follia degli uomini da un musulmano: il direttore della biblioteca del museo che, in un giorno del 1992, sotto una pioggia di bombe, l’ha nascosto e posto al riparo.
Hanna si è affrettata ad accettare l’incarico di restaurarlo ed è accorsa subito al Museo Nazionale di Sarajevo, dove ora stringe tra le mani quel manoscritto raro e di grande bellezza con le sue miniature dai colori ancora puri e vividi come nel giorno lontano in cui sono stati stesi sulla carta.
È dalla sua voce che apprendiamo la magnifica storia dell’opera, una vicenda fatta di macchie di vino e di sangue, di splendidi fermagli smarriti, di farfalle di montagna, di storie d’amore e di vigliaccheria, di secoli di splendore e di decadenza, e di gloriose città: la Siviglia del 1480, la Tarragona del 1492, la Venezia del 1609, la Vienna del 1894.
Dopo Annus mirabilis, Geraldine Brooks ci offre con I custodi del libro un’altra prova del suo incomparabile talento, narrandoci l’avvincente storia di un manoscritto sopravvissuto all’Inquisizione e a tutte le persecuzioni sofferte lungo il corso dei secoli dagli ebrei, un libro che simboleggia la forza stessa della vita che si oppone alle tenebre della morte.

ordinabile a IBS

«Un prezioso manoscritto sopravvissuto all'inquisizione e a tutte le persecuzioni degli ebrei trafugato dai nazisti: una spy story strabiliante».
Francesca Bonoli, la Repubblica

«Geraldine Brooks regala un viaggio avventuroso e commuovente».
Elena Loewenthal, TTL - la Stampa

«Già autrice del bestseller mondiale Annus mirabilis, la Brooks, abilissima a concertare una trama e ad appassionare il lettore facendolo volare da un'epoca all'altra, si ripresenta al pubblico italiano con I custodi del libro. Negli Stati Uniti ha venduto mezzo milione di copie in una settimana.»
Pier Mario Fasanotti, il Giornale

«Un romanzo che segue le tracce di un manoscritto ebraico attraverso i secoli di guerra, di distruzioni, di tradimenti e d'amori appassionati e funesti. E ai bibliotecari del mondo è dedicato I custodi del libro per la loro passione, per l'impegno, anche per il rischio della vita che spesso hanno dato per salvare patrimoni librari unici».
Renato Minore, il Messaggero

Geraldine Brooks, una narratrice di successo, molto apprezzata dalla critica e dal pubblico, tanto che la sua opera d'esordio Annus mirabilis è stato un bestseller internazionale come lo è già il nuovo romanzo, I custodi del libro, una lettura affascinante che affronta tematiche importanti quali quello dell'incontro tra le culture, una sorta di storia emblematica sulla possibilità di capire che quanto ci unisce come esseri umani è sempre più di quanto ci divide».
Fulvio Panzeri, Avvenire

«Premio Pulitzer 2005 con L'idealista, la scrittrice australiana Geraldine Brooks fa di nuovo centro con il suo nuovo romanzo, I custodi del libro»
Gianluca Veltri, Mucchio

«Scampò alla cacciata degli ebrei dalla Spagna e alla censura del Sant'Uffizio. Si salvò dal Terzo Reich e poi, durante l'assedio di Sarajevo, dalle bombe serbe. Un romanzo sul prodigio della più celebre Haggadah del mondo».
Antonella Barina, il Venerdì

«Geraldine Brooks con I custodi del libro unisce abilmente finzione romanzesca e realtà storica».
Michela Gelati, Famiglia cristiana

«I custodi del libro racconta la storia di un manoscritto dalle straordinarie illustrazioni, l'Haggadah di Sarajevo, che simboleggia la forza della vita che si oppone alle tenebre della morte».
Vogue

«Un romanzo storico avvincente come un giallo»
Donna moderna

l'autore

Geraldine Brooks

Geraldine Brooks

Geraldine Brooks ha vinto il Pulitzer Prize con il romanzo L’idealista (Neri Pozza 2005). Autrice di due saggi di grande successo: Nine Parts of Desire: The Hidden World of Islamic Women e Foreign Correspondance, corrispondente di guerra per il Wall Street Journal, il New York Times e il...

dello stesso autore: