Neri Pozza [0]

Elenco delle collane Neri Pozza

cerca un libro

newsletter

Iscrivetevi alla nostra newsletter, sarete sempre aggiornati su tutte le nostre iniziative e pubblicazioni.




 Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

Scheda libro

collana: I Narratori delle Tavole

ritorna

Una moglie a Parigi

Autore: Paula McLain
Titolo: Una moglie a Parigi

collana: I Narratori delle Tavole

ISBN 978-88-545-0416-5
Pagine 368
Euro 17,00

Ottobre 1920. Mentre l’Europa è ancora alle prese con le ferite della Grande Guerra, nei locali e per le strade d’America impazza il jazz, la nuova musica esplosa nei ghetti di colore.
A Chicago, la città dove si sono riversate quasi tutte le stelle del jazz di New Orleans, arriva dalla natia Oak Park un ragazzo di vent’anni alto e snello, con splendidi occhi castani, capelli nerissimi e una fossetta sulla guancia sinistra «dentro la quale si potrebbe precipitare». A casa della famiglia Smith dov’è ospite, il ragazzo, che si chiama Ernest Hemingway, incanta gli astanti coi suoi racconti sulla Grande Guerra, durante la quale ha rimediato una mitragliata alla gamba destra nel tentativo di soccorrere dei feriti sul fronte italiano.
Rapita più di tutti dall’aria spavalda e dallo sguardo scintillante del ragazzo è un’amica di Kate Smith: Hadley Richardson, una ventottenne che, dopo la morte dei genitori, vive con la severa sorella Fonnie e la sua famiglia a St. Louis, sonnacchiosa città lontana anni luce dalla fervente Chicago.
Hadley ignora il jazz, ma suona al piano Rachmaninov e, diversamente dalle ragazze che frequentano casa Smith, non porta i capelli alla maschietta, ma raccolti dietro la nuca alla vecchia maniera vittoriana. Ernest rappresenta per lei tutto quello che le appare irrimediabilmente alle spalle: l’immagine stessa della gioia, della forza e dell’energia giovanili.
Il cuore le batte perciò all’impazzata quando, una volta tornata a St. Louis, riceve, meravigliosamente stropicciata, la lettera di Hemingway che esordisce con: «Penso sempre a Roma; ma che ne diresti di venirci con me… come mia moglie?».
Senza soldi e alla ricerca di vita, felicità e successo, la pura e sensibile Hadley e il giovane Hemingway partono alla volta della vecchia Europa. Non si stabiliscono a Roma, ma a Parigi, cuore della gioventù artistica e intellettuale europea e americana. Per Ernest è il periodo dell’elaborazione delle ferite interiori lasciate dalla guerra e della frequentazione dei salotti letterari, dove celebrità come Ezra Pound e Gertrude Stein possono aiutarlo a ottenere denaro e fama. Quando, però, dopo un figlio, arrivano anche il denaro e la fama, nell’inquieto scrittore esplode il desiderio di una vita libera, senza ceppi e legami, accanto a nuove e stimolanti conoscenze come John Dos Passos e Scott e Zelda Fitzgerald. Una vita che Ernest finirà col non condividere più con la riservata Hadley, così diversa da Kate, da Stella Bowen, da Kitty Cannell e dalle altre attrici e ballerine che ruotano attorno al celebre scrittore. Così diversa, infine, da Pauline Pfeiffer, irresistibilmente chic con quella frangetta scura e un’esuberanza da ragazzino.

ordinabile a IBS

Lo scrittore americano più amato del xx secolo, Ernest Hemingway, attraverso lo sguardo e la voce di Hadley, sua prima moglie.

«In Una moglie a Parigi Paula McLain offre un'affascinante ricostruzione dal punto di vista di Hadley degli anni parigini dell'età del jazz, degli incontri con Gertrude Stein, Pound, Joyce, Scott Fritzgerald, degli alti e bassi di un matrimonio destinato a fallire».
Benedetta Marietti, D la Repubblica delle Donne

«Per essere la storia d'amore che in qualche modo promette il titolo, a Una moglie a Parigi manca qualcosa: ed è questa la scommessa vinta dalla McLain. Raccontare l'illusione ottica che può essere la coppia, se uno dei due è realmente un essere geniale, ha realmente una vocazione profonda».
Chiara Gamberale, Vanity Fair

«Basato su varie fonti documentarie, tra le quali il memoir di Hemingway Festa mobile, il romanzo punta il riflettore su Hadley, al centro di una folla di personaggi famosi. Da Sherwood Anderson a Gertrude Stein, da Pablo Picasso a Ezra Pound, una brigata di scrittori e pittori circondava i coniugi Hemingway nella loro vita da bistrot».
Lara Crinò, il Venerdì di Repubblica 

«Amore, tradimento e ambizione in un romanzo meraviglioso».
Stylist
«Una moglie a Parigi ha un ritmo ipnotizzante. La voce di Hadley Hemingway, così pura e lirica, mi ha fatta sobbalzare sulla sedia… Paula McLain è un’autrice di prim’ordine, capace di dare vita a un mondo che è impossibile abbandonare. Ho adorato questo romanzo».
Nancy Horan, autrice di Mio amato Frank


l'autore

Paula McLain

Paula McLain

Paula McLain è nata a Fresno, in California, nel 1965. Nel 1996 riceve dall’Università del Michigan il premio MFA per la poesia. La sua prima raccolta poetica, Less of Her, viene pubblicata nel 1999. Nel 2003 appare il suo libro di memorie Like Family: Growing Up In Other People’s Houses e...