Neri Pozza [0]

Elenco delle collane Neri Pozza

cerca un libro

newsletter

Iscrivetevi alla nostra newsletter, sarete sempre aggiornati su tutte le nostre iniziative e pubblicazioni.




 Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

Scheda libro

collana: Le Tavole d'Oro

ritorna

Mehwish parla al sole

Autore: Uzma Aslam Khan
Titolo: Mehwish parla al sole

collana: Le Tavole d'Oro

ISBN 978-88-545-0251-2
Pagine 384
Euro 19,00

Il giorno in cui, in uno scavo archeologico in Pakistan, Amal, una bambina di otto anni, trova un importante fossile in compagnia del nonno Zahoor, la sua sorellina Mehwish diventa cieca, probabilmente per aver guardato troppo il sole. Zahoor, un archeologo il cui darwinismo è sottoposto a un attacco violento da parte degli islamici radicali, incoraggia la curiosità di Amal e la ragazzina diventa una valente studiosa e, al tempo stesso, la protettrice di Mehwish.
Il nonno è pieno di consigli e di riguardi anche per Mehwish che, crescendo, si afferma come un'eccellente poetessa, capace di creare un linguaggio lirico tutto suo dall'unione di inglese e urdu.
Anni dopo l'incidente accorso a Mehwish, durante una delle conferenze di Zahoor, le due ragazze si imbattono in Noman, un giovane spedito dal padre, membro del partito islamico della creazione del generale Zia, a spiare l'anziano e rispettabile archeologo. Il tormentato ma, ad un tempo, deferente Noman ha abbandonato le sue ambizioni di studioso di matematica per scrivere articoli in difesa della Sharia e della più stretta osservanza della Legge coranica, benché ceda di tanto in tanto alla marijuana e all'alcol in compagnia dei suoi amici nichilisti.
L'incontro con il laico e illuminato Zahoor muta completamente la vita di Noman che si ritrova combattuto tra la sua lealtà alla famiglia e il suo risveglio intellettuale.
Quando Zahoor è tratto in arresto, Noman incolpa se stesso, rompe con il padre e si dà all'insegnamento della matematica.
Benché sia poi attratto da Amal, Noman si innamora, nella maniera più pura e spirituale, di Mehwish, un amore immediatamente corrisposto. Con conseguenze tragiche sulla vita delle due sorelle e di Noman stesso.

ordinabile a IBS

L'amore, la religione e la politica nella storia di due sorelle nel Pakistan degli anni Ottanta e Novanta.

«Elegante, sensuale e ferocemente intelligente... una storia meravigliosa in cui la scienza compete con la politica e la libertà delle donne con le insicurezze maschili».
Kamila Shamsie

«Il Pakistan del fondamentalismo religioso e quattro personaggi indimenticabili: Amal, la paleontologa, Mehwish, la sorellina cieca, Zahoor, il nonno, eretico impenitente e Anas, il giovane uomo... Tramite loro, la Kahn celebra la complessità dell'amore familiare ed erotico, i morsi della curiosità e del dovere, l'intersecarsi di fede e desiderio».
Indian Express

«La poesia, le questioni filosofiche e i personaggi sono resi in questo romanzo con una potenza e una bellezza tali che esso resta a lungo nella mente e nel cuore».
Publishers Weekly

«Nessuno scrive del corpo, dei sensi e del mondo fisico come la Khan».
Nadeem Aslam

l'autore

Uzma Aslam Khan

Uzma Aslam Khan

Cresciuta a Karachi, in Pakistan, Uzma Aslam Khan ha insegnato letteratura inglese negli Stati Uniti, in Marocco e in Pakistan. Vive oggi a Lahore, dove lavora in una organizzazione non governativa. Trasgressione è il suo secondo romanzo, pubblicato quasi contemporaneamente nei maggiori paesi...

dello stesso autore: